Compagno di strada

Di che zolla sei

compagno di strada

venuto dal mare?

Credi a cose simili

le vesti  con abiti diversi

il sole ci sveglia insieme

la notte ci trova accanto

la necessità del vivere

è nostro compito

il resto ci galleggia intorno

dubbi ci prendono per mano

ma il respiro ha lo stesso spessore

qualche volta corto

altre volte lungo e rilassato

i morti  restano tra le braccia

nello stesso modo

abbandonati esausti attoniti

la tristezza ci avvolge

inumidisce e offusca i contorni

credo che oltre a seppellire i nostri morti

potremmo  diventare uomini che vivono

insieme sulla stessa zolla di terra.

compagni di strada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *