Archivio mensile:Settembre 2016

Amatrice dopo il terremoto

Amatrice un pensiero

Case e uomini oltre

Quanto ci rappresentano le nostre case?
Quanto sono importanti le nostre vite?
E le pietre e gli scheletri nudi quanta parte di noi esprimono?
Cuccioli d’uomo vagano assenti
tra cose sparse e scomposte
io so sognare ilnuovo
oltre il dolore e la rovina
io posso
io credo
e voglio
pensare oltre.
*******

Rumore…

Lo sento
questo rumore nelle orecchie
i piedi si muovono
così i pensieri
avverto cose nuove intorno
in equilibrio precario
e buchi
ammassi di pietre
é un giorno diverso
non assomiglia a ieri
si muove qualcosa tra un alito di vento
in questo silenzio irreale
dove sono gli altri?
i miei amici , la mia donna?
Solo ?

la libertà

Dove andrà la libertà che ho dentro
se non saprò capirla
se i dubbi soffocheranno
le certezze
cosa resterà del mio essere uomo?
E quel marchio
che brucia dentro
che mi piace chiamare anima
ed è l’essenza del mio percorso
in questo vivere
quanto manterrà del suo fuoco
se io diventerò tiepido?
Sto traslocando
in un altro posto
quanti ce ne sono
che non ci appaiono reali
e quelli virtuali possono contenere
tutti i mondi conosciuti.
Porto con me niente
solo le mani per stringere
chi riesce a starmi vicino
come la tristezza
che mi gonfia il petto.
********